TASTE

‘28 Posti’, bistrot di cucina contemporanea

Marco Ambrosino guida ‘28Posti’, capo brigata del bistrot milanese di cucina che sperimenta la contemporaneità con attenzione meticolosa alla stagionalità degli alimenti.

Una cucina firmata dal giovane chef di Procida, sapiente e gustosa mescola fra cucina tradizionale campana e innovazione sperimentale, con un menù che cambia ogni due mesi, adattabile anche alle esigenze di celiaci, vegani e vegetariani.

Fra le proposte intramontabili: tagliolini con porro fondente, polvere di capperi, limone candito; la cipolla bruciata con fragoline di bosco fermentate; il dolce a base di ricotta, carbone, gelato al polline e bottarga. Accompagnati da ottimi vini che privilegiando piccoli produttori e vignaioli artigiani.

Noi abbiamo assaggiato una inedita zuppetta di semi di zucca e mandarino, degli sfiziosi macarones con acciuga; seguiti da torciglioni perfettamente al dente al limone, mandorla e cime di rapa; un buonissimo carciofo ripieno con tartufo in brodo di pane. Fra i secondi, uno sgombro fresco all’aceto di riso, zucchero di sale e rapa bianca; la coppa di maiale all’olio di mirto e porro al brodo di cozze. Dessert e dolcetti della casa.

’28 Posti’ ha un accurato design realizzato con materiali di riciclo, progetto degli artigiani Francesco Faccin e Giuseppe Filippini, con alcuni elementi di arredo aggiunti provenienti dalla manifattura interna dell’Istituto Penitenziario di Bollate.

Cucina a vista, atmosfera internazionale, mostre e iniziative periodiche a cornice di uno degli indirizzi più in voga del panorama milanese.

 

Per prenotazioni:

Bistrot 28 Posti

via Corsico 1 (Porta Genova)

Telefono: 02 8392377

28posti@gmail.com
- www.28posti.org

 

<Barbara Tassara>


COMMENTS ARE OFF THIS POST

READING

‘28 Posti’, bistrot di cucina contemporanea

INSTAGRAM
KNOW US BETTER