DESIGN

Design Week 2019

Avanguardia, tecnologia, artigianalità e creatività Made in Italy. Alcuni appuntamenti imperdibili della settimana più innovativa e stupefacente del Design Internazionale. Firmata dalla vivace e ‘stilosa’ Milano.

Melissa + Campana Crochet edizione limitata di prodotti in vendita presso via Palermo / Robotl by Gio Forma il supereroe ecologico di Timberland in Piazza XXV Aprile

Melissa + Campana Crochet edizione limitata di prodotti in vendita presso via Palermo / Robotl by Gio Forma il supereroe ecologico di Timberland in Piazza XXV Aprile

Melissa presenterà un’installazione artistica in partnership con i designers Fernando e Humberto Campana, festeggiando 15 anni di collaborazione. Traendo ispirazione dalle tecniche crochet, la collezione Melissa + Campana “Crochet si compone di tre inediti prodotti dalla caratteristica trama uncinetto: la ballerina piatta, la borsa shopper versatile con due opzioni di tracolla, la scarpina Mini Melissa Campana Crochet. Nel pop-up store in Via Palermo 1 è possibile acquistare i primi modelli in colore rosso.

Timberland insieme a Studio Giò Forma innalza il supereroe della sostenibilità Robotl  in Piazza XXV Aprile. Costruito con scarti di produzione provenienti dall’industria del design e da parte consistente di bottiglie di plastica riciclata, accompagna il lancio della nuova collezione footwear Rebotl, prodotti eco-sostenibile outdoor, del brand parte di VF Corporation.

Automobili Lamborghini experience con Huracan EVO Spyder in zona Tortona / Land Rover con Range Rover Evoque e Jaguar XE Suzuki in Brera District / la moto Suzuki Katana in via Forcella 13 / Stone Island Prototype Research series 04 nello showroom di via Savona

Automobili Lamborghini experience con Huracan EVO Spyder in zona Tortona / Land Rover con Range Rover Evoque e Jaguar XE Suzuki in Brera District / la moto Suzuki Katana in via Forcella 13 / Stone Island Prototype Research nello showroom di via Savona

Automobili Lamborghini interpreta avanguardia, tecnologia e design tramite il suo Interactive Lamborghini Lab protagonista di ‘Living in the Fast Lane’.  All’evento – in via Tortona 15 all’interno del Magna Pars Suites Milano – arriva la nuova supercar Huracán EVO Spyder, un museo immersivo nell’universo Lamborghini, le proposte di personalizzazione del Centro Stile Lamborghini (con dimostrazioni, bozzetti e modelli in scala intagliati manualmente), una live performance di Tape Drawing e la possibilità di guidare il simulatore IMSIM dotato di tecnologia VR.

Land Rover, alla Galleria Blindarte in via Palermo 11, porta la nuova Range Rover Evoque nel racconto di Massimo Frascella, exterior creative director, e Amy Frascella, chief designer for colour and materials. Live for The City & the Art of Urban Design” diverrà il concept del modo nuovo di vivere la città per questa auto dall’anima metropolitana, dal design innovativo e dotata di tecnologie rivoluzionarie.

Jaguar presenta, al Chiostro del Piccolo Teatro Grassi in via Rovello 2, il modello Jaguar XE con Ian Cullam, director of design, e Andrea Rosati, advanced colour & material manager.  “The Future Legacy” racconta l’evoluzione dell’auto nei suoi componenti, unendo storia e futuro, memoria e avanguardia, creatività e stile british.

Stone Island ripropone la serie numero quattro di Stone Island Prototype Research, prodotti di design e alta tecnologia in edizioni limitate, numerati, frutto di ricerca e sperimentazione. Nello showroom di via Savona 54, i nuovi modelli d’alta artigianalità sono basati sulla tecnica di floccaggio manuale su griglia in nylon.

Suzuki espone a Superstudio 13 in via Tortona il suo rivoluzionario design motociclistico che apre nuove frontiere alla simbiosi tra il guidatore e la sua moto. Portabandiera, la moto Suzuki Katana, affilata come una vera katana giapponese e pronta a tracciare le traiettorie con precisione assoluta, capolavoro di tecnologia e di design, emozionante da guidare. Telaio robusto, sospensioni regolabili, evoluto impianto frenante e sistema antibloccaggio ABS Bosch, oltra alla eccezionale potenza di 150 CV del motore.

Designer, artisti e dj set all’evento ‘Leonardo Horse Project’ /Korean Craft Design Foundation presso SuperstudioPiu / Seiko 'The Flow of Time' alla Triennale / Microsoft House ospita tre giorni di incontri con Naba e Intel

Designer, artisti e dj set all’evento ‘Leonardo Horse Project’ / Korean Craft Design Foundation presso SuperstudioPiu / Seiko ‘The Flow of Time’ alla Triennale / Microsoft House ospita tre giorni di incontri con Naba e Intel

In collaborazione con il Museo di Anghiari, la statua bronzea del Cavallo di Leonardo da Vinci è rielaborata da tredici designer e artisti nell’evento ‘Leonardo Horse Project’. Ideata da Snaitech, con la curatela di Cristina Morozzi e Massimo Temporelli, in programma con un grande party di apertura all’Ippodromo Snai San Siro in Piazzale dello Sport 6, la serata vedrà avvicendarsi vip e deejay di fama internazionale: le performance di Lele Sacchi, Marcelo Burlon e altri ospiti internazionali. Alle reinterpretazioni si aggiunge la mostra multimediale e le app di realtà aumentata, per vivere una completa esperienza immersiva.

Seiko torna alla Milano Design Week con una mostra-installazione dedicata agli orologi Grand Seiko, con il meccanismo unico e innovativo di estrema precisione. Artisti giapponesi caratterizzeranno “The Nature Of Time” evento presente presso Museo Poldi Pezzoli in via Manzoni 12  per l’intera settimana.

Korean Craft Design Foundation, emanazione del Ministero della Cultura dello Sport e del Turismo della Repubblica di Corea, porta alla Design Week 2019 ‘Monochrome Monologue’ sul tema del bianco e nero. Direttore artistico della mostra, Kuho Jung, già responsabile della Fashion Week di Seul, scopre la modernità e l’immediatezza dall’artigianalità coreana attraverso le opere realizzate da 23 artisti coreani in una creativa contaminazione di vari generi.

Microsoft propone tre giorni di appuntamenti esclusivi dedicati ai professionisti e agli amanti del design. Gli incontri “We are all creators” avranno relatori speciali, in collaborazione con Intel e NABA, Nuova Accademia di Belle Arti, nei giorni dal 12 al 14 Aprile presso Microsoft House. Tre-giorni di appuntamenti aperti al pubblico, su prenotazione, nella location progettata da Herzog & De Meuron in viale Pasubio.

Pop Medusa in collezione da Versace Home / Studio Job presente da Seletti, Qeeboo e al Museo della Scienza e della Tecnica / Marcantonio disegna 'Giraffe in Love' per Qeeboo

Pop Medusa in collezione da Versace Home / Studio Job presente da Seletti, Qeeboo e al Museo della Scienza e della Tecnica / Marcantonio disegna ‘Giraffe in Love’ per Qeeboo

Versace Home, come simbolo dell’eclettismo culturale moderno di Versace, presenta una nuova collezione chiamata Pop Medusa, risultato di influenze provenienti dal mondo mitologico e dalla cultura pop. Il pezzo principale è una poltrona realizzata in polietilene, resistente agli agenti atmosferici, adatta ad ambienti interni e spazi esterni, corredata da sgabelli e coffee table, in una ricca palette di colori. Una mostra speciale, direttamente dentro Palazzo Versace in Via Gesù 12, è la rara opportunità per visitare questo spazio privato. Prenotazioni al link e-versace.com/fuorisalone.

House of Job, il famoso studio d’arte e design, presenta il primo spazio permanente a Milano, in Porta Venezia. Le opere dell’eclettico team saranno esposte al pubblico anche presso il Museo Nazionale della Scienza e Tecnologia “Leonardo da Vinci” di via Olona nella installazione “Replastic Masters” (con la curatela di Rossana Orlandi), negli spazi di Seletti, Qeeboo e molti altri ancora.

Giraffe In Love’ nomina la serie di lampadari, applique e lampade disegnate da Marcantonio e realizzate da Qeeboo. Una giraffa dall’aria trasognata che sostiene un lampadario classico in stile Maria Teresa, in tre formati differenti.

'Marni Moonwalk' in viale Umbria / Alessi il caffè al Mudec / il pop-up store di LaDoubleJ / Paola Lenti in via Orobia

‘Marni Moonwalk’ in viale Umbria / Alessi ‘Mokeria’ al Mudec / il pop-up store di LaDoubleJ / Paola Lenti in via Orobia

Marni racconta i suoi nuovi prodotti outdoor,  frutto della lavorazione manuale di abili artigiani colombiani, con l’evento ‘Marni Moon Walk’ presso lo spazio di Viale Umbria 42. Il set-up è concepito come un viaggio sensoriale che porta il visitatore alla scoperta di un universo creativo popolato da complementi d’arredo e oggetti di design che evocano forme di astronavi e astronauti, animali e sculture tribali.

Il Museo Mudec – Museo delle Culture, in via Tortona 56 ospita una mostra sull’evoluzione delle caffettiere Alessi dal titolo ‘MOKA ALESSI. DESIGN & RE-DESIGN’ e una esperenziale “fiaba in movimento” del cineasta Virgilio Villoresi.

La DoubleJ, marchio milanese multi-tasking fondato da J.J. Martin nel 2015, progetta abiti e gioielli vintage, design e lifestyle a 360°. Le ultime creazioni, distillate attraverso una lente di pura gioia, stampe e disegni vivaci, saranno in esposizione e vendita nel pop-up store e spazio eventi locato in Piazza Arcole 4, tutti i giorni fra le 10 e le 19.

Paola Lenti espone nello spazio immenso di Via Orobia 15 i suoi paesaggi domestici e outdoor, studiati per resistere nel tempo. L’azienda, da sempre orientata alla sperimentazione e alla ricerca, è famosa anche per i pattern floreali lavorati a mano all’uncinetto e i raffinati tappeti prodotti con filati hi-tech.

Due meraviglie da non perdere: l'eclettico Tom Dixon e il suo 'The Manzoni' place e Rossana Orlandi Gallery nel mitico spazio di via Matteo Bandello

Due meraviglie da non perdere: l’eclettico Tom Dixon e il suo ‘The Manzoni’ place e Rossana Orlandi Gallery nel mitico spazio di via Matteo Bandello

Il designer inglese Tom Dixon torna a esporre alla Milano Design Week a ‘The Manzoni’ – in via Manzoni 5 – i suoi pezzi d’arredo, i complementi e le luci. Accanto allo showroom, il ristorante-bar da 100 coperti creato da Tom’s Design Research Studio, un luogo in cui le persone rallentano e vivono i prodotti in un contesto rilassato. Il marchio, fondato nel 2002 e attualmente presente in 68 Paesi al mondo, ha un identificativo stile per oggetti e spazi d’uso quotidiano.

Il mitico spazio di Rossana Orlandi, inaugurato nel 2002, in via Matteo Bandello 14 articola in modo non tradizionale ma creativo, showroom, negozio al dettaglio, uffici e un cortile fiorito, aperti durante la Milano Design Week a multi-marchi e variegate aziende. La Galleria Rossana Orlandi ha anche rivoluzionato il modo di presentare pezzi d’arte e di design, in ambienti reali, con installazioni e contenuti speciali, riflettendo le scene più innovative dall’Europa all’Asia all’America.

'Edra & The City' in partneship con Audi all'Arco della Pace / Design nordico e giapponese da Kvadrat e una speciale collaborazione con lo stilista Raf Simons

‘Edra & The City’ in partneship con Audi all’Arco della Pace / Design nordico e giapponese da Kvadrat e una speciale collaborazione con lo stilista Raf Simons

Edra & The City’ è il titolo del percorso espositivo del marchio Edra diffuso nella città. Dalla Università Statale in collaborazione con la rivista Interni (in via Festa del Perdono), presso Vago Forniture in via Crocefisso 27 e negli allestimenti vicino al Parco Sempione, i Caselli e l’Arco della Pace, in collaborazione con Audi. Edra, marchio leader nel design di avanguardia, ha creato una storia che rimarrà nel tempo, punto di riferimento nel mondo di pezzi unici e inconfondibili.

Kvadrat propone diverse installazioni presso il suo showroom di corso Monforte 15 all’insegna del colore ‘Blue is Divine’ a cura del designer Finn Sködt. Prosegue con i progetti della graphic designer giapponese Rikako Nagashima, interamente ricavati da poliestere recuperato e una selezione di raffinate stoffe firmate dallo stilista Raf Simons presso Garage 21 in via Archimede 26.

'Black Experience' per la cucina che parla di Pedini / Dellera ospita l'artista Roberto Ziranu in via San Damiano / Samsung experience in Tortona e Brera District / nuovo polo 'Parenti District' in zona Medaglie d'Oro / Nendo e Wonderglass presso Istituto dei Ciechi in via Vivaio

Black Experience’ per la cucina che parla, firmata Pedini / Dellera ospita l’artista Roberto Ziranu in via San Damiano / Samsung experience da fare in Tortona e Brera District / nuovo polo ‘Parenti District’ in zona Medaglie d’Oro / Nendo e Wonderglass presso Istituto dei Ciechi in via Vivaio

Black Experience” di Pedini è un percorso immersivo e sensoriale nel mondo del design e della tecnologia in cucina, all’interno del flagship store “Pedini Brera” in corso Garibaldi 9.  Protagonisti, ‘Moka’ e ‘Hi Pedini’, i programmi della prima ‘cucina intelligente che parla’. Nel settore d’arredamento da oltre 60 anni, il marchio artigianale Made in Italy vanta prestigiose collaborazioni in tutto il mondo, presente in ben 50 Paesi, oltre all’Italia.

Il designer Nendo crea per Wonderglass ‘Shape of Gravity’, una mostra composta da lampadari a gravità, mobili in vetro fuso e oggetti da tavolo. In esposizione presso l’Istituto dei Ciechi, di Via Vivaio 7, con vetri scintillanti e apparentemente fluttuanti.

Roberto Ziranu, artista e mastro fabbro sardo, è l’ospite d’onore dello showroom Dellera via San Damiano 4.  Una spettacolare collaborazione creativa tra arte e moda, accanto al creatore della tecnica dripping Massimiliano Chiappa e alle ultime collezioni di Dellera. Il cocktail-event è previsto per Giovedì 11 Aprile, dalle 17 alle 21, dove saranno svelate in anteprima le nuove collezioni ‘Farfalle’ di Ziranu oltre alle sue famose opere ‘ i corsetti’, le ‘Vele’, i quadri ‘Riflessi di luce’, i piatti dalle nuance imprevedibili.

‘Samsung Resonance’ è la mostra multisensoriale ideata da Samsung presso lo spazio di Bergognone 26. Un’occasione per scoprire la cucina come centro della vita quotidiana è l’altro appuntamento del brand, locato in via delle Erbe dal titolo ‘24H Kitchen’.

Nasce um nuovo polo nella Design Week, il ‘Parenti District’ da un’idea di Andrée Ruth Shammah, anima del Teatro Franco Parenti. Installazioni, mostre, performance, laboratori, talk, cinema e happening, anche presso location limítrofe, per unire le arti performative con il design. Con la collaborazione di Galleria Continua, Mosca Partners, Galleria Blanchaert, Intesa Sanpaolo, Associazione Pier Lombardo e Domus (media partner), il nuovo distretto del Fuorisalone ha fissato la sua inaugurazione in via Pier Lombardo 14 / via Carlo Botta 18 dalle 19.30 a mezzanotte del giorno 8 Aprile.

17 installazioni-evento nella location Ventura Centrale di via Ferrante Aporti / vivaci multi-sensoriali esperienze presso l'Università Statale di via Festa del Perdono coordinate dal magazine Interni

17 installazioni-eventi nella location Ventura Centrale di via Ferrante Aporti / vivaci multi-sensoriali esperienze presso l’Università Statale di via Festa del Perdono, coordinate dal magazine ‘Interni’ (Mondadori)

Ventura Centrale 2019 si espande a 17 installazioni interattive per festeggiare la sua terza edizione negli spazi di via Ferrante Aporti 15. Marchi come Yamaha, Noroo Group, Cosentino, Sky-Frame, Aria, Lensvelt & Modular, Rapt Studio, Maarten Baas, Humanscale e Freitag, sono solo alcuni esempi del ricco susseguirsi di emozioni sensoriali. Quando sarà il momento di rilassarsi, Lavazza e Gufram saranno pronti a mostrare la magia del caffè.

Interni Human Spaces’ è il poli-evento realizzato dal magazine Interni (Mondadori) presso l’Università degli Studi di Milano, in Ca’ Granda ex Ospedale Maggiore, all’Orto Botanico di Brera. “La vita è più importante dell’architettura“, affermazione di Oscar Niemeyer che fa da stimolo nel rimettere gli esseri umani e i loro bisogni vitali al centro del design. Dall’architettura agli oggetti, si vuole cogliere il benessere fisico e psicologico delle persone come orizzonte di riferimento, in relazione ai vari spazi in cui vivono e lavorano.

'Green Life' project in Rinascente Duomo / Le vetrine di Mango dell'artista statunitense Sam Stewart / la teca di camicie firmate LaboArt in Statale / Cristina Celestino e MSGM al 'Caffè Concerto' di Cucchi in corso Genova

‘Green Life’ project in Rinascente Duomo / Le vetrine di Mango dell’artista statunitense Sam Stewart / la teca di camicie firmate LaboArt in Statale / Cristina Celestino e MSGM al ‘Caffè Concerto’ di Cucchi in corso Genova

Una passeggiata in relax con shopping ‘green’ riempie gli spazi di Rinascente Duomo. Il panorama verde curato dall’artista olandese Sabine Marcelis comprende oasi e installazioni fiorite, un bulevard di 16 grandi ulivi centenari, sculture, vivai con fiori e piante di ogni specie, prodotti eco-friendly e spazi leisure con attività a tema, gourmet compreso.

Le speciali vetrine in Corso Vittorio Emanuele a Milano di Mango durante il Salone del Mobile sono realizzate dall’artista statunitense Sam Stewart. Lightworks” è il nome del progetto che introduce l’ingegnoso sistema di ventilazione e tubazioni comunemente presente nei marciapiedi e sottoterra della città di New York, a forma curva e tubolare con l’espressione della luce che vi viaggia dentro. #MangoNewVoices prosegue il sostegno di  Mango, fondata nel 1984, originaria di Barcellona e distribuita in 110 Paesi al mondo, nel dare voce e spazio a nuovi talenti emergenti.

‘9281. Tele in camicia’ è una enorme teca memorabilia di 9 metri di larghezza per 2,81 metri di altezza che accoglie 5 maxi camicie firmate da Labo.Art per il tema ‘Human Spaces’ presso l´Università Statale di Milano in via Festa del Perdono. Ludovica Diligu, architetto designer e fondatrice del brand, utilizza la camicia come installazione che induce alla riflessione sullo scorrere della vita e del tempo.

La designer Cristina Celestino rivisita il look della storica Pasticceria Cucchi ispirandosi al tema del “Caffè Concerto”. Gli interni, le vetrine e il dehors esterno, fino al design di alcuni dolci e i dettagli legati alla mise en place, diventano il quadro vivente di una nuova oasi urbana ispirata ai colori e alla tecnica dell’arte pasticcera. Massimo Giorgetti, designer di MSGM, ha ideato le divise fashion del caffè-pasticceria di corso Genova 1(aperto dalle 7 di mattina alle 22 di sera). Fra gli altri partner, gli specialisti del marmo Budri, le lampade Kundalini, il wallcovering surreale di Misha, i pregiati tessuti de L’Antico Setificio Fiorentino, gli oggetti per la casa di Paola C e Aldo Cibic, i vini Franciacorta.

<Barbara Tassara>


RELATED POST

COMMENTS ARE OFF THIS POST