TASTE

‘Il Foyer’, dove ‘gustare’ il Teatro alla Scala

Il nuovo ristorante del Teatro alla Scala si chiamerà ‘Il Foyer’, evoluzione del ristorante ‘Il Marchesino’ aperto da Gualtiero Marchesi nel 2008. Completamente ristrutturato da Michael Vincent Uy, architetto con studio a Milano e con una lunga esperienza maturata nel mondo del lusso, è ispirato ai decori del Teatro alla Scala, tra avvolgenti divani e poltrone in

velluto rosso, raffinati tavoli in vetro e marmo, applique dorate, per un’atmosfera calda ed accogliente.

Anche il menù è innovativo e rielabora le ricette della tradizione italiana sotto la direzione de l’executive chef Anatolij Franzese. Il riso e oro, tradizione di Gualtiero Marchesi riconosciuto nel mondo, diventa il centro del marchio del nuovo ristorante e così gli altri piatti della Grande Cucina Italiana in chiave moderna.

Aperto per cena pre e post Teatro, per un rinfresco prima dello spettacolo o durante l’intervallo presso la caffetteria, aperta anche in occasione della colazione e del tè pomeridiano con pasticceria dolce e salata a cura del pastry chef italo-argentino Matias Ortiz. L’aperitivo e l’after dinner saranno un altro momento clou de ‘Il Foyer’ con intrigante cocktail list ideata dal bar manager milanese Matteo De Palma, che richiama anche le opere del prestigioso Teatro: ‘Aida’ a base di Vodka infusa al te Sakura, al liquore allo zenzero, con lampone, melograno, bitter afrodisiaco, soda ai frutti rossi e vino rosso, affumicato con spezie; ‘Il Lago dei Cigni’ con Gin, lime, liquore St. Germain, sciroppo di agave e basilico; ‘Guglielmo Tell’ a base di Sherry infuso al finocchietto selvatico, lime, liquore alla mela, chartreuse verde, bitter al sedano, champagne.

<Barbara Tassara>

 

crediti immagini: fotografo Gabriele Gualdi/ Buzzi Buzzi 


RELATED POST

COMMENTS ARE OFF THIS POST

READING

‘Il Foyer’, dove ‘gustare’ il Teatro alla Scala...