ART DISCOVER

Miart Milano, tre giorni per sognare nel mondo dell’arte – fino al 19/9

Inizia oggi la tre giorni artistica di Milano, Miart, fiera internazionale d’arte moderna e contemporanea organizzata da Fiera Milano, giunta alla sua venticinquesima edizione e diretta per il primo anno da Nicola Ricciardi.

In mostra oltre 140 gallerie italiane ed internazionali, tradizionalmente divise in 5 sezioni (Established Contemporary, Established Masters, Emergent, Decades,Generations) con esposte le più curiose opere di artisti contemporanei affermati, maestri moderni e giovani emergenti.

Affiancata da Miart Digital, la piattaforma digitale con contenuti multimediali originali, che permetterà a chi non potrà essere fisicamente presente di esplorare le opere ed entrare in dialogo immediato con i galleristi attraverso una chat dedicata.
In collegamento web diretto, Miart dialogherà anche con Investec Cape Town Art Fair, la fiera d’arte sudafricana digitale, durante gli stessi giorni della manifestazione.

Il tema di connessione dei tre giorni artistici sarà la parola poetica, forma di linguaggio universale, a partire dal titolo scelto per accompagnare l’edizione 2021: ‘Dismantling the silence’, dall’omonima raccolta di versi del poeta statunitense di origine serba Charles Simić.

L’altra iniziativa a tema è Starry Worlds, che trae ispirazione dalla poesia For Memory (1981) della poetessa e intellettuale americana Adrienne Rich, e in particolare dai versi: “Putting together, inch by inch | the starry worlds”, ovvero mettere insieme, pezzo dopo pezzo, i mondi stellari.

Questa antologia-costellazione la si può visionare su Miart Digital quale mappa poetica della città di Milano. Gli artisti coinvolti nel progetto sono: Maurizio Cattelan per Pirelli Hangar Bicocca, Simon Fujiwara per Fondazione Prada, Alessandro Pessoli per i Chiostri di Sant’Eustorgio, Nairy Baghramian per Fondazione Furla, Zehra Dogan per PAC Padiglione d’Arte Contemporanea, Adrian Paci per ArtLine, Elisabetta Benassi per Fondazione Adolfo Pini, Simone Fattal per Fondazione ICA, Corrado Levi per Triennale Milano, Vincenzo Agnetti per Archivio Vincenzo Agnetti e Tõnu Kõrvits per MiTo Settembre Musica.

Milano Art Week, infatti, prosegue con un calendario di inaugurazioni e progetti speciali promosso in collaborazione con Assessorato alla Cultura del Comune di Milano e coinvolge le maggiori istituzioni pubbliche e le fondazioni private della città.
Per informazioni scaricare l’App gratuita ‘My Art Guide Milan’ oppure collegarsi a
www.miart.it

<Barbara Tassara>

 


RELATED POST

COMMENTS ARE OFF THIS POST

READING

Miart Milano, tre giorni per sognare nel mondo del...