ART DISCOVER

Milano celebra Arnaldo Pomodoro

Le opere del Maestro Arnaldo Pomodoro  sono curate e diffuse dalla Fondazione Arnaldo Pomodoro e vestono  luoghi simbolo delle città nel mondo, rappresentando anche le tappe fondamentali della sua ricerca e del suo lavoro.

sferanovecento

Bassorilievi degli anni Cinquanta in piombo, argento e cemento (Colonna del viaggiatore e Grande tavola della memoria), forme geometriche di lucido bronzo squarciate e corrose (Sfere e Cippi), imponenti rilievi (Le battaglie) in fiberglass e polvere di grafite, materia come magma, fonte di vita ma anche di conflitto, continuo ribollire di tensioni.

cippocolonne

 

A Milano, in Piazza Meda, celebre il permanente il ‘Grande disco’, scelto come uno dei simboli della città.

grande disco

 

Esigenza prioritaria nel mio lavoro è sempre stata la relazione dell’opera con lo spazio in cui viene collocata. La scultura è la realizzazione di un ‘proprio’ spazio dentro lo spazio maggiore dove si vive o ci si muove. L’opera, quando trasforma il luogo in cui è posta, ha veramente una valenza testimoniale del tempo, riesce ad improntare su di sé un contesto, per arricchirlo di ulteriori stratificazioni di memoria. Oggi penso che le mie sculture siano cristalli, o nuclei, oppure occhi o fuochi, per la frontiera e per il viaggio, per la complessità, per l’immaginario” (Arnaldo Pomodoro).

art wall double

www.arnaldopomodoro.it

www.fondazionearnaldopomodoro.it

<Barbara Tassara>


RELATED POST

COMMENTS ARE OFF THIS POST