ART DISCOVER

David LaChapelle presso Galleria Deodato Arte Milano

Presso la Galleria Deodato Arte di via Nerino 1 a Milano, l’artista David LaChapelle, uno dei fotografi più famosi e discussi al mondo, espone ‘Poems and Fevers’ per un mese nella affascinante zona delle 5 Vie milanesi.

Curata da Gianni Mercurio, l’esibizione narra visivamente attraverso 26 opere iconiche l’approccio innovativo di LaChapelle che lo ha reso uno dei fotografi viventi più influenti al mondo, riconosciuto per i suoi straordinari ritratti e scatti teatrali e cinematografici di celebrità e cultura, archetipi iconici dell’America del 21° secolo.

Deodato Arte, brand che racchiude gallerie con sedi a Milano, Roma, Porto Cervo, Chia, Pietrasanta, Courmayeur, Bruxelles e St. Moritz, propone dal 2010 artisti moderni e contemporanei di fama internazionale quali Andy Warhol, Jeff Koons, Damien Hirst, Romero Britto, Takashi Murakami, Mr.Brainwash e Banksy, con un forte focus rivolto alla cultura Pop, Street e Urban.

L’eccitante diversità dei temi presenti nelle opere mette in evidenza la capacità dell’artista di creare narrazioni stimolanti che descrive così: “Sento la responsabilità di portare luce nel mondo e creare immagini che possano elevare e servire l’umanità, anche impiegando dramma e umorismo. Che siano laiche o religiose, le mie immagini fanno parte della stessa esperienza e di una prospettiva in evoluzione”

Spiega Deodato Salafia, fondatore della Galleria Deodato Arte:“Ho voluto partecipare personalmente alla curatela della mostra e alla selezione delle opere di questo artista, di cui sono io stesso collezionista. Voglio offrire l’opportunità ai clienti che si rivolgono a noi di acquistare opere particolarmente significative firmate LaChapelle ed è un onore avere in galleria un artista internazionale di questa portata, che non solo ha cambiato per sempre le regole della fotografia, ma le cui opere sono state esposte negli ultimi 30 anni nelle più eminenti istituzioni mondiali, come il Victoria & Albert Museum di Londra, il Musèe d’Orsay di Parigi e la National Portrait Gallery di Washington DC”.

David LaChapelle è nato nel Connecticut nel 1963 e ha frequentato il liceo alla North Carolina School of The Arts. Inizialmente arruolato come pittore, ha iniziato a sperimentare nel mezzo della fotografia sviluppando una tecnica analogica di dipingere a mano i propri negativi per ottenere uno spettro di colori sublime prima di elaborare il suo film.

All’età di 17 anni, arriva a New York City dove, dopo la sua prima mostra fotografica alla Gallery 303, viene assunto da Andy Warhol per lavorare a Interview Magazine.

Attraverso la sua padronanza del colore, la composizione unica e le narrazioni fantasiose, LaChapelle inizia ad espandere il vernacolo della fotografia.

I suoi tableau, ritratti e nature hanno rapidamente guadagnato l’interesse internazionale del mondo dell’arte.

Tanto che nel 1991, il New York Times predisse: “David LaChapelle influenzerà sicuramente il lavoro di una nuova generazione nello stesso modo in cui il Richard Avedon ha aperto la strada a gran parte di ciò che è familiare oggi”.

In archivio anche un’antologia di libri, video musicali, film e progetti teatrali, oltre a innumerevoli esibizioni d’arte in gallerie e musei in giro per il mondo.

<editorial staff Wemagazine>

Photo credits:

David LaChapelle, Snow Day, Paris, 1996-©David LaChapelle

David LaChapelle, Rebirth Of Venus, Hawaii, 2009-©David LaChapelle

David LaChapelle, The Holy Family with St.Francis, Hawaii, 2019-©David LaChapelle.

David LaChapelle, Faye Dunaway, Day of the Locust, Los Angeles, 1996-©David LaChapelle

David LaChapelle, Collapse in a Garden, Paris, 1995-©David LaChapelle

David LaChapelle, The House at the End of the World, Los Angeles, 2005-©David LaChapelle


RELATED POST

COMMENTS ARE OFF THIS POST

READING

David LaChapelle presso Galleria Deodato Arte Mila...