FASHION

Ecoalf 1.0, linea premium dal raffinato design minimalista e ‘sostenibile’

Javier Goyeneche, fondatore e presidente di Ecoalf, marchio nato nel 2009 con il progetto di creare capi versatili con i migliori materiali riciclati e con il minor impatto ambientale possibile, racconta la nuova linea premium 1.0 dal design minimalista e urbano che verrà ufficialmente distribuita sul mercato per l’Autunno-Inverno 2021-22, in un primo assortimento di capi uomo e donna.

La Linea Ecoalf 1.0 non ha etichette esterne sui capi, ma solo al suo interno, signature di discrezione e di raffinata cura dei particolari, una colta e lussuosa selezione di pezzi chiave che si ripetono di stagione in stagione aggiungendovi nuove proposte che seguono i trend e le ultimissime innovazioni tecnologiche e sostenibili.

I colori principali richiamano questa eleganza morbida, pratica e al contempo intellettuale, dall’elegante blu navy, alle grintose gradazioni fra nero e antracite, alla gamma raffinata dei khaki.

Le silhouette sono state studiate attentamente per permettere una vestibilità perfetta e performante, sempre con lo scopo primo di unire estetica, innovazione e riciclo, per non sprecare nulla, riutilizzare e soprattutto creare un prodotto finito che non ha nulla a che invidiare per design, tattilità materica e desiderabilità.

Sebbene sia una ‘prima collezione di una nuova linea luxury’, la sua essenza riporta alle origini dell’azienda e si associa perfettamente per progetto e ideali ai capi casual firmati ‘Because’ e alla estesa collezione Ecoalf dedicata a segmenti specifici e alle attività sportive e outdoor.

I materiali e i filati sono rigorosamente ecologici, spesso anche riciclati, per contribuire a quel processo di upcycling virtuoso, con lane e cashmere e cotoni riciclati, anche per le lavorazioni più complesse, fibre vegetali, biopolimeri, filati ottenuti dalla plastica riciclata.

Uno dei materiali più utilizzati per la creazione di questa collezione è appunto il filato del mare ‘Ocean Yarn’, derivato dalle bottiglie di plastica raccolte dai fondali marini grazie al progetto ‘Upcycling the Oceans’, ed è la prima volta che viene usato dall’azienda per creare capi spalla invernali così come per tutta la linea di borse.

Un altro tessuto è nominato Kapok, una fibra di cellulosa naturale estratta dalla frutta essiccata dell’albero del kapok che regala filati setosi e morbidi.

La ‘pelle vegana’ è stata invece creata con oli vegetali e scarti di uva così da sostituire l’utilizzo di fibre animali.

Le scarpe, incredibilmente leggere, provengono anch’esse dal riciclo e sono solo una prima proposta dell’ampio segmento degli accessori.

Il biennio 2020-21 ha anche segnato per Ecoalf l’espatrio commerciale, portando nuovi monomarca a Tokyo, Berlino e – prossima apertura estiva ad Agosto 2021 – a Parigi, ampliando in un totale restyle anche il negozio pilota di Madrid locato in Palacio Santa Barbara.

 

<Barbara Tassara>


RELATED POST

COMMENTS ARE OFF THIS POST

READING

Ecoalf 1.0, linea premium dal raffinato design min...