SPORT / ENGINE

Grandissima Luna Rossa Prada Pirelli ma ad Emirates Team New Zealand resta la Coppa America

La grande performance di Luna Rossa Prada Pirelli nelle finali della 36° Coppa America presented by Prada, disputata a Auckland in Nuova Zelanda, non è bastata per aggiudicarsi il trofeo e la brocca d’argento nota con il nome di ‘Auld Mug’, che è stata vinta dai padroni di casa.

Luna rossa combatte fino alla fine con onore e sembra non volersi arrendere, ma dopo 10 emozionanti regate che resteranno nella storia della vela, il Defender Emirates Team New Zealand difende e riconquista per la quarta volta l’Americ’s Cup con un punteggio di 7-3.

Il team italiano si è guadagnato il titolo di sfidante con una vittoria schiacciante di 4-0 contro American Magic nelle semifinali e con una vittoria netta di 7-1 contro Ineos Team Uk nella finale della Prada Cup, conquistando l’ambito trofeo lo scorso Febbraio nelle acque neozelandesi del Golfo di Hauraki.

Con la vittoria della Prada Cup, Luna Rossa si è aggiudicata il ruolo di Challenger nella finale della 36° Coppa America contro i ‘Kiwi’.

Durante i primi tre giorni della competizione i due team si sono alternati alla testa della classifica. La giornata inaugurale di Mercoledì 10 Marzo si è conclusa con un 1-1, così come il secondo appuntamento di Venerdì 12 Marzo e la terza prova di Sabato 13 Marzo, quando Luna Rossa ha portato a casa la prima regata navigando in pieno controllo e con manovre pulite. Il team italiano ha dovuto subire l’attacco dei padroni di casa nella seconda prova, i neozelandesi sono partiti in testa e hanno incrementato il distacco portando il punteggio provvisorio su 3-3.

Dopo una giornata di pausa per mancanza di vento, i ‘Kiwi’ sono riusciti a passare in vantaggio Lunedì 15 Marzo, in quinta giornata, portandosi a 5-3 e, infine, hanno vinto le due regate successive, Martedì 16 e Mercoledì 17 Marzo, grazie ai frequenti salti di vento che hanno compromesso il risultato delle regate.

Emirates Team New Zealand ha potuto così difendere e raggiungere per la quarta volta il trofeo più antico del mondo dello sport.

Per la prima volta nella storia, dobbiamo scriverlo, una barca italiana ha vinto tre regate nella fase conclusiva della Coppa America. In passato avevano raggiunto il traguardo della finale anche Il Moro di Venezia nel 1992, sconfitto poi dagli statunitensi con il punteggio di 4-1 e la stessa Luna Rossa nel 2000, battuta dai neozelandesi in finale con uno schiacciante 5-0.

Lo skipper e team director Max Sirena si è complimentato con l’equipaggio: “Siamo usciti questa mattina in mare con la voglia di vincere due regate, confidenti che ce la potevamo fare. I ragazzi a bordo sono stati bravissimi e concentrati, cosa che non era facile. Sono partiti bene, ma c’è stato un salto del vento di 20 gradi che ha compromesso la prima bolina e quindi tutta la regata. Ovviamente non siamo contenti del risultato finale, perché dopo che vinci tre prove in Coppa America, inizi a crederci. Abbiamo dato tutto ogni giorno, e ogni volta che siamo andati in mare. Voglio ringraziare tutte le persone che dall’Italia ci hanno seguito e l’intero team per l’opportunità che mi ha dato e con cui ho lavorato per più di tre anni. Ringrazio Patrizio Bertelli e ricorderò a lungo questi tre anni e mezzo.”

Il percorso compiuto da Luna Rossa, il modo in cui ha tenuto testa al Defender e i risultati raggiunti fanno ben sperare per le edizioni future della Coppa America e le prestazioni ottenute in questa edizione consacrano l’equipaggio italiano fra il gotha della vela mondiale.

 

<Cristina Prevosti>

 

 

 

 

 

 

 


RELATED POST

COMMENTS ARE OFF THIS POST

READING

Grandissima Luna Rossa Prada Pirelli ma ad Emirate...