ENTERTAINMENT

Mesi di Jazz in Sicilia, fra talenti nazionali e star internazionali, ospiti fino ad Aprile 2022

Una lunga edizione di performance jazz in calendario in Sicilia da Ottobre 2021 a Maggio 2022 toccherà tre teatri famosi, il Teatro Golden di Palermo, Teatro ABC a Catania e il Teatro Margherita di Caltanissetta.

Oltre 30 concerti per un tour esclusivo del jazz internazionale per una stagione allargata del Circuito Jazzistico Siciliano, progetto nato nel 2006 e promosso dall’Associazione Catania Jazz sotto la direzione artistica di Pompeo Benincasa.

Ci saranno anche delle anteprime nazionali in esclusiva con i concerti di Samara Joy, Ana Carla Maza, Kadri Voorand & Mihkal Malgand, Johanna Summers e Sissy Castrogiovanni.

Sul sito web ufficiale tutte le informazioni sul programma e sulle prenotazioni: www.cataniajazz.com.

Comincia il 3 Ottobre a Palermo e il 4 Ottobre a Catania il gruppo Billy Hart quartet (Billy Hart drums – Ethan Iverson piano – Ben Street double bass – Mark Turner tenor sax) pronti a rappresentare più di mezzo secolo di storia del jazz.

Emmet Cohen trio, in scaletta a Catania il 20 Ottobre e a Palermo il 21 Ottobre, ha partecipato ai più importanti festival del mondo come Monterey, Newport, North Sea, Bern, Edimburgo, New Orleans, ha suonato nei jazz club più famosi, dal Birdland al londinese Ronnie Scott’s. Il suono nouvelle vague di jazz contemporaneo sarà interpretato da Emmet Cohen al piano, Yasushi Nakamura  al basso e Kyle Poole alle percussioni.

Si intitola “Arctiff Riff” il nuovo album di Marcin Wasilewski trio & Joe Lovano della ECM Records e sarà interpretato con altri pezzi storici e improvvisazioni collettive dai membri, Marcin Wasilewski al piano, Slawomir Kurkiewicz al contrabbasso, Michal Miskiewicz alla batteria e Joe Lovano tenor sax, nelle date 30 Ottobre a Palermo e 31 Ottobre a Catania.

Joe Lovano, uno dei più grandi musicisti jazz della storia e figlio d’arte, cos’ definito dal New York Times, rappresenta oggi, accanto a figure come quella di John Coltrane e Sonny Rollins, uno dei maggiori sax tenori nel panorama jazz mondiale.

Samara Joy & Pasquale Grasso trio, in prima nazionale assoluta a Catania il 9 Novembre, conta una giovane star del canto in ascesa affiancata dal virtuoso della chitarra jazz Pasquale Grasso e dal suo trio (Ari Roland e Kenny Washington), prodotti musicalmente dal veterano nominato ai Grammy Matt Pierson.

La cubana Ana Carla Maza e il suo quartet (Palermo 17 Novembre – Catania 18 Novembre – Caltanissetta 19 Novembre) firma  le sue composizioni e il suo nuovo album, un tributo al quartiere Bahia de l’Avana dove ha trascorso la sua prima infanzia, una combinazione di jazz, musica classica e i colori dell’America Latina. Con lei, voce e violoncello, Roger Mas al pianoforte, Marc Ayza alla batteria e Luis Guerra alle percussioni.

La giovane compositrice, pianista e cantante estone Kadri Voorand si presenta alla manifestazione (Catania 25 Novembre – Caltanissetta 26 Novembre – Palermo 27 Novembre) con un disco di originale che unisce folk-indie, ritmi d’Africa e vellutato jazz balcanico. In duo con Mihkal Malgand sembrano un’orchestra, perché manovrano magistralmente un bel numero di strumenti.

Chiudono le date dell’anno, a Catania l’8 Dicembre e a Palermo il 9 Dicembre, George Cables (piano) & Piero Odorici (sax soprano e tenore) quartet con Darryl Hall (contrabbasso) e Kyle Poole (batteria), dal suono e fraseggio elegante, il tocco raffinato e percussivo, un eccellente senso del blues e un’incredibile vena compositiva.

Il 2022 porta a Palermo in data 22 Gennaio il gruppo Cettina Donato & Ninni Bruschetta tentet, vulcanica coppia reduce dai successi e dai sold out teatrali de “Il mio nome è Caino” di Claudio Fava. Una sinergia unica, entusiasmante, di jam session che vuol donare anche il suo aspetto poetico e letterario, con il gruppo: Celeste Gugliandolo (voce), Dario Rosciglione (contrabasso), Dario Cecchini (sassofono), Mimmo Campanale (batteria), Marcello Sirignano e Mario Gentili (violino), Andrea Domini (viola) e Giuseppe Tortora (violoncello).

Musica Nuda sarà a Palermo il 12 Febbraio, duo voce e contrabbasso composto da Petra Magoni e Ferruccio Spinetti, espertissimi con all’attivo oltre 1400 concerti, otto dischi in studio, tre dischi live e un dvd. La loro performance minimale, fatta di voce (quella di Petra Magoni, fra le più apprezzate interpreti della sua generazione) e contrabbasso (Ferruccio Spinetti, musicista di punta degli Avion Travel) architetta un programma formidabile, che va da Monteverdi a Paul McCartney, Battisti e John Lennon, giocando con la musica pop, il Jazz e il repertorio barocco.

Successivamente, Eva Fernandez trio (Catania 24 Febbraio – Palermo 25 Febbraio – Caltanissetta 26 Febbraio) con la sua voce e sax, il piano di Lucia Fumero e il contrabbasso di Juan Pastor, accompagnerano gli spettatori in una performance sensuale propria del jazz catalano.

Viyaj Iyer & Linda Oh trio, sul palco, a Catania il 10 Marzo e a Palermo l’11 Marzo, porta una delle più importanti e significative voci nell’ambito del jazz e della nuova musica con composizioni elastiche, che traggono molteplici influenze dall’intera storia del jazz, dal minimalismo, dalla diaspora sud-asiatica, allo hip-hop e all’elettronica.

Il suo ultimo album, “Break Stuff” esplora le attuali possibilità del trio jazz in versione acustica, con i collaboratori, il contrabbassista Stephan Crump, il batterista Marcus Gilmore e la contrabbassista cinese (ma nata in Malesia) Linda Oh.

La musica di Johanna Summers si ascolta in prima nazionale assoluta a Catania il 18 Marzo, a Palermo il 19 Marzo e a Caltanissetta il 20 Marzo, giovane strumentista dal carattere virtuoso e molto speciale.

Altra prima nazionale per Sissy Castrogiovanni quartet (Catania 24 Marzo – Palermo 25 Marzo – Caltanissetta 26 Marzo), la cui voce si accompagna al piano di Tim Ray, il basso di Jesse Williams e la batteria di Jorge Perez-Albela. La cantante di origine siciliana, compositrice, arrangiatrice e docente al rinomato Berklee College of Music, è una delle artiste più originali e creative del panorama jazz contemporaneo americano. Nelle sue composizioni si crea un’originale sintesi di culture musicali: jazz armonico, improvvisativi caratteristici della tradizione afro-americana, radici Siciliane e influenze afro-mediterranee. Il tutto affiancato da una straordinaria presenza scenica.

Roosevelt Collier, a Catania il 13 Aprile, usa la musica come panacea, straordinario talento della pedal steel guitar capace di infiammare platee affamate di rock e blues. Collier viene presentato come una specie di nuovo Jimi Hendrix e ha una solida reputazione live, suonando sia alla guida di proprie formazioni o accompagnando tanti grandi nomi noti.

Ultime date riservate a Noa (Caltanissetta 9 Maggio e Palermo 10 Maggio), cantanste israeliana, per il suo ‘Noa 30 Anniversary Tour’, una celebrazione della sua lunga e prestigiosa carriera, un lungo viaggio tra le centinaia di canzoni scritte da Noa e i suoni di Gil Dor  alla chitarra, Or Lubianiker  al basso e Gadi Seri  alla batteria.

 

<Barbara Tassara>


RELATED POST

COMMENTS ARE OFF THIS POST

READING

Mesi di Jazz in Sicilia, fra talenti nazionali e s...