TASTE

Nuova professione fra design e cucina: ‘Food Designer’

Il Food Design nasce in Italia nel 2002 da una intuizione di Paolo Barichella, una nuova materia che unisce insieme ricerca, sostenibilità, innovazione, tecnologia e design nel segmento ‘food’ e portare un team di professionisti, ognuno con la propria specializzazione ed esperienza, sia a livello di gruppo sia di singole professionalità e che collabora dal 2006 sotto il brand: I Food Designer.

Sono Paolo Barichella, Mauro Olivieri, Ilaria Legato, Marco Pietrosante e Francesco Subioli, anche gli ideatori e scrittori del primo Food Design Manifesto.

Nella loro mission, creatività e progettualità etica con conseguenti processi sostenibili, sono rivolti sia a prodotti che servizi e sistemi. Il rapporto stretto fra idea e realizzazione passa per una serie di componenti che si intersecano e convivono in stretta armonia e efficienza, concentrandosi sul ‘cliente’ visto come ‘persona’ coi suoi valori umani.

Sono molteplici gli ambiti di intervento e di lavoro del Food Designer, dalle attività di brand e design della comunicazione, alla progettazione di nuovi prodotti e strumenti legati al mondo alimentare, la sostenibilità e l’economia circolare nei processi di filiera e di lavorazione, i supporti e packaging dedicati al mondo alimentare.

Anche la didattica organizza workshop specifici sul Food Design, mentre Food Experience e Sensory Design (Progettazione Sensoriale) danno una visione progettuale alle ricette, all’impiattamento e alla tavola organizzata e servita dal “maitre de salle”.

I Food Designer si impegnano inoltre nella progettazione e nello sviluppo di nuovi

Food Format e di Local Food Identity, che implicano oltre alla funzione formale o decorativa, la ricerca, promozione e innovazione nei processi di produzione, distribuzione, consumo della ricchezza enogastronomica e della nutrizione.

Un prodotto di Food Design viene studiato con l’unico scopo di generare benefici, opportunità formativa, esperienza culturale ed emozionale, nel rigoroso rispetto della sostenibilità e sicurezza.

Nel team, Paolo Barichella è industrial designer e opinion leader di riferimento in questo settore; Mauro Olivieri si occupa di design production, visual design, comunicazione, interior design; Ilaria Legato ha la particolarità di saper applicare il Food Design in un luogo dedicato all’ospitalità e alla ristorazione o in un progetto territoriale rafforzandone gli aspetti identitari; Marco Pietrosante e Francesco Subioli sono project manager e art director nei campo del graphic and digital design.

Per maggiori infomazioni: www.ifooddesigner.it

<Barbara Tassara>


RELATED POST

COMMENTS ARE OFF THIS POST

READING

Nuova professione fra design e cucina: ‘Food Desig...