FASHION

‘Prada Re-Nylon’ con il tessuto rigenerato Econyl

Prada e la sostenibilità ovvero nuove modalità di rigenerazione dei materiali di scarto, come rifiuti plastici, reti da pesca, residui tessili e vecchi tappeti.

Prada Re-Nylon riparte da tessuti tornati grezzi e li trasforma in Econyl, il filo di nylon riciclabile all’infinito che firma la collezione Prada Re-Nylon.

Obiettivo: riconvertire tutto il nylon usato da Prada in nylon rigenerato entro il 2021, un impegno che mira a trasformare in modo radicale i processi produttivi all’interno del Gruppo.

In collaborazione con esperti di National Geographic, il marchio di moda racconta questo percorso verso la sostenibilità attraverso cortometraggi dedicati della serie ‘What We Carry’.

La ‘reporter per Prada’ Amanda Gorman, la prima americana premiata come “Youth Poet Laureate”, le cui poesie celebrano l’idea di comunità e il cambiamento sociale, e l’ingegnere e architetto Arthur Huang, grande innovatore e inviato di National Geographic per testimoniare il riciclo dei rifiuti in nuovi prodotti di alta qualità, viaggiano in Slovenia, paese che è diventato il centro della nuova industria sostenibile e rigenerativa.

La città di Lubiana è il cuore centrale dell’impianto di produzione di Econyl di Aquafil, la fibra rigenerata e all’avanguardia.

<Cristina Prevosti>


RELATED POST

COMMENTS ARE OFF THIS POST

READING

‘Prada Re-Nylon’ con il tessuto rigenerato Econyl...