TASTE

Rsrv Blanc De Noirs 2012, lo champagne Grand Cru ecososotenibile firmato Mumm

RSRV Blanc de Noirs 2012 è un vino fiore all’occhiello fra le cinque cuvée 100% Grand Cru della collezione RSRV, sigla di réservé, della Maison Mumm.

Sita nella regione della Champagne, l’azienda ha intrapreso un percorso di prodotti ecosostenbili dal 2016 e i suoi vigneti detengono la doppia certificazione di Viticoltura sostenibile in Champagne (VDC) e Alto Valore Ambientale (HVE), la più autorevole certificazione ambientale francese.

Nel 2020 è stata la prima Maison di Champagne ad adottare la politica di zero erbicidi.

La sua visione ‘green’ l’ha portata ad avere una materia prima eccezionale, preservata e valorizzata non solamente nel produrre vini di altissima qualità e champagne che esaltano il Pinot Noir, che testa metodi di coltivazione ecosostenibili finalizzati ad alzare l’asticella della qualità dell’uva in tutta la regione, riducendo l’impatto ambientale e proteggendo il suolo.

Significativa in quest’ottica è la scelta di rastrellare i vigneti, invece che ararli: questo permette di mantenere l’equilibrio dei microrganismi che contribuiscono alla vitalità del sottosuolo.

E le soluzioni tecnologiche di scienza applicata all’ambiente, che si traduce ad esempio nell’utilizzo di droni e robotica, creando nel 2019 il primo robot destinato alla manutenzione del sottosuolo, Vitibot, dotato di telecamere, che opera in maniera autonoma giorno e notte e identifica dove intervenire con varie tipologie di attività.

Un’altra avanguardia di Mumm è il wine-making processing, con centri di pressaggio delle uve direttamente nel cuore dei vigneti.

Il ruolo di pioniere e innovatore, inoltre, ha permesso anche la messa a punto di una bottiglia di champagne tra le più leggere al mondo, solo 835 grammi, realizzata con il 75% di vetro riciclato, creata dal designer Ross Lovegrove, e che riesce a trattenere l’esuberanza delle bollicine.

In collezione, la nuova etichetta RSRV si pone come massima espressione dell’heritage, del terroir e del savoir faire firmato Mumm, dove il nome evoca l’antica tradizione, risalente a 200 anni fa, di riservare le migliori cuvée agli amici e agli estimatori: il Cellar Master le annotava nei registri di cantina con la sigla RSRV.

L’etichetta è caratterizzata dall’angolo superiore ripiegato che richiama l’uso dei biglietti da visita dell’epoca; il lembo così posto testimoniava che la bottiglia di champagne era stata consegnata a mano.

L’eleganza e la complessità aromatica di RSRV Blanc de Noirs, prodotto solo nelle migliori annate, fa risaltare la mineralità tipica di questo terroir che produce un Pinot Noir deciso e di alta qua­lità, trattato in invecchiamento per un minimo di 6 anni in cantina.

L’annata 2012 regala un colore giallo dai riflessi dorati, note di agrumi canditi e albicocche, un complesso bouquet di frutta secca, fragranze di pasticceria e note aggiuntive di vaniglia. Da servire a temperatura di 10°/12°C.

 

<Barbara Tassara>

champagne

 


RELATED POST

COMMENTS ARE OFF THIS POST

READING

Rsrv Blanc De Noirs 2012, lo champagne Grand Cru e...