TASTE

‘Making Bitter Choices’, la guida Martini con il ‘Safari cocktails’ dei bartender di tendenza

Esce una guida sul brand Martini, leader nel mercato degli amari, degli aperitivi e dei vini spumanti, vincitore di numerosi premi, dal gusto intenso e dolceamaro, risultato di una miscela segreta di oltre 40 piante provenienti dalle migliori località di tutto il mondo.

La guida ‘Making bitter choices’ fa un excursus storico e culturale del bitter amaro in Italia e nel mondo e poi propone 39 esclusivi cocktails creati e firmati da 39 fra i migliori bartender italiani che hanno usato con base l’inconfondibile Martini Riserva Speciale Bitter.

Il brand Martini, creato a Torino nel 1863, fa oggi parte del Gruppo Bacardi, con sede a Hamilton, nelle Isole Bermuda, che dal 2012 ha dato vita allo ‘Slow Drinking’, volto a diffondere i principi del consumo moderato e la filosofia della ‘degustazione’: www.slowdrinking.com/it/it/.

Una storia del gusto, quella del bitter, che affonda le sue radici nella storia, all’epoca di Ippocrate, nel Medioevo, nei paesi di origine araba, nel Rinascimento di Caterina de’ Medici, e arriva ai giorni nostri, oggi di estrema tendenza nella mixology internazionale, perché ha riposizionato il bilanciamento amaro/dolce nelle formulazioni dei cocktail, grazie al suo sapore persistente che resta in bocca e che evolve con il tempo.

I cocktails reinterpretati con Martini Riserva Speciale Bitter attraversano l’intera penisola italiana in un ‘Safari Bitter’ tutto da scoprire e provare in giro per l’Italia andando a visitare i locali e i bartender sotto elencati.

Qualche anticipazione di come viene mixato Martini Riserva Speciale Bitter e Martini Riserva Speciale Rubino ?

In ‘Bitter Parej’ di Carola Abrate si aggiunge orange bitter e bob’s chocolate bitter più un top di birra Menabrea, il ‘Raffinato’ di Francesco Cione è mixato con Barolo chinato e gocce di Amaricante agli agrumi mentre il ‘Tonico del Giardiniere’ di Yuri Gelmini li abbina con Chinotto e la nota floreale del St-Germain. ‘The Oriental Bittertini’ di Sacha Mecocci sperimenta con Roku Gin, Heiwua Yuzo Sake, Choya Umeshu, un distillato alla perilla rossa e gocce di olio kombu. Spingono in creatività, ‘Coffee Mantra’ di Julian Biondi unisce Bacardi e Cordiale all’ananas insieme ad uno speciale caffè; ‘Pea Bitter’ di Matteo di Ienno miscela soda di Cedro e paint di Piselli; un trionfo di frutti rossi dolci firma ‘Passion de fruits’ di Lucio D’Orsi servito in calici-porcellana di straordinario impatto e design. ‘Il vecchio Bitter’ di Luca Manni accompagna con assenzio e un wafer scultoreo la reinterpretazione personale dell’Old Fashion, mentre ‘Beet-ter Martini’ miscela Gin, barbabietola, limone e pompelmo, decorato con erbe spontanee e fiori eduli. Il ‘Bitterino’ di Riccardo Rossi lo serve con caffè, albume d’uovo e zafferano; la santoreggia il Cordiale e la Grappa fanno base per ‘Milk Julep’ di Mirko Turconi.

 

Lista dei bartender e locali di ‘Safari Bitter’ con le ricette dei cocktail inclusi nella guida ‘Making Bitter Choices’:   

1.Cariola Abrate:  Bitter Parej, La Drogheria – Torino

2.Duilio Bello: L’anonimo Barone, 48 Speakeasy e le Roi emotionaldrink – Messina

3.Livio Carrubba: The Bitter Company Reserve, Cloakroom Cocktail Lab – Treviso

4.Francesco Cione: Raffinato, Octavius Bar at The Stage – Milano

5.Massimo D’Addenzio: Bitter Manhattan, Chorus Café – Roma

6.Mario Farulla: Bitter Leyenda, Baccano – Roma

7.Giovanni Fenderico: Tifeo, Flanagan’s Cocktail Bar – Napoli

8.Alexander Frezza: Pop my Cherry, L’Antiquario – Napoli

9.Yuri Gelmini: Tonico del Giardiniere, Surfer’s Den – Milano

10.Solomiya Grytsyshyn: Be bitter, Chorus Café – Roma

11.Vincenzo Lannino: Il Bottegaio,Botteghe Colletti – Palermo

12.Marco Macelloni: Summer is bitter!!, Franklin ’33 Lucca e Sartoria ’33 – Massa

13.-Sacha Mecocci: The Oriental Bittertini, The Fusion bar e Restaurant – Firenze

14.Gianluca Melfa: Charlize, Argot – Roma

15.Alessandro Melis: Bitter Addicted, Pandenus Gae Aulenti – Milano

16.Mattia Pastori: Negroni del Professore, Nonsolococktails.com

17.Anahita Tokhmehchi: Persian Summer, Casa Mia Cocktail Bar – Milano

18.Julian Biondi: Coffee Mantra, Mad Souls & Spirits – Firenze

19.Matteo Di Ienno: Pea Bitter, Locale Firenze – Firenze

20.Lucio D’Orsi: Passion de Fruits, Dry Martini – Sorrento (NA)

21.Virginia Ducceschi: Virgo- Lita – Rex Cafè – Firenze

22.Cinzia Ferro: Vaitrà, Estramadura Cafe – Suna -Verbania

23.Luca Manni: il “Vecchio” Bitter, Menagérè A Fooo – Firenze

24.Samantha Migani: Hirohito 1872, Hawaiki – Igea Marina (RN)

25.Guglielmo Miriello: Italian Paloma, Ceresio 7 – Milano

26.Elena Montomoli: Bitt3r Ego,Casa Minghetti – Bologna

27.Vanessa Vialardi e Simone Nervo: Aria di Torino, D.One e Soho.23 – Torino

28.Edoardo Nono: Romantiki a Milano,Rita’s Tiki Room – Milano

29.Patrick Pistolesi: Red Kong, Drink Kong – Roma

30.Matteo Rizzolo: Fiore per una Gheisha, Mandarin Oriental – Milano

31.Matteo Rebuffo: Rita P,  The Mad Dog Social Club – Torino

32.Salvatore Romano: Toad, Barz8 – Torino

33.Nicola Romiti: Beet-ter-Martini, Carlo e Camilla in Segheria – Milano

34.Riccardo Rossi: Bitterino, Freni e Frizioni – Roma

35.Nicola Ruggiero: Rubens, Katiuscia people & drinks – Giovinazzo (BA)

36.Edoardo Sandri: Errare Amarum Est, Atrium Bar – Firenze

37.Mirko Turconi: Milk Julep – Torino

38.Alessandro Zampieri: Bitter Harmony, Il Mercante, Fondamenta Frari 2564 – Venezia

39.Matteo Zed: Tropicalism, Il Marchese – Roma

 

<Barbara Tassara>


RELATED POST

COMMENTS ARE OFF THIS POST

READING

‘Making Bitter Choices’, la guida Martini con il ‘...