TASTE

‘La Cucina delle emozioni’ di Marco Bianchi

Frutta, verdura, legumi, cereali, condimenti, sali minerali e vitamine, grassi, proteine e tutti gli ingredienti e i nutrienti del cibo che possono dare emozioni e benessere per la salute.

Ne parla nel suo nuovo libro ‘La mia cucina delle emozioni’, edito da HarperCollins,

Marco Bianchi, food mentor e divulgatore scientifico, ospite presso di Aromatica Restaurant & Lounge Bar, lo spazio gourmet di ‘Scalo Milano’, outlet di moda design e food experience a qundici minuti dal centro di Milano, con showcooking e menù degustazione del mese.

La tavola e la cucina considerate come ‘fabbrica delle emozioni’; attraverso il cibo si possono coltivare felicità, coraggio ed energia, ad esempio, mescolando con consapevolezza alimenti, aromi e ingredienti, cucinati con amore.

Marco Bianchi, diplomatosi tecnico in Ricerca Biochimica e dopo aver lavorato pressp l’Istituto FIRC di Oncologia Molecolare e accanto a Umberto Veronesi e la sua Fondazione – con cui collabora come divulgatore scientifico – passa dalla scienza alla cucina, pubblicando 15 libri di ricette leggere e gustose, intrattenendo e divulgando cultura alimentare e della salute, riviste con approfondimenti scientifici sui nutrienti e sul cibo come terapia preventiva naturale per stare meglio.

Il suo blog, che accompagna giornalmente i lettori, promuove le regole della buona alimentazione e le scoperte della ricerca.

In occasione della sua collaborazione con Aromatica Restaurant & Lounge Bar, propone il menù dell’Estate 2019 e regala i suoi preziosi suggerimenti.

Regola generale, variare in maniera creativa gli ingredienti e le preparazioni, controllando le dosi, cucinate con amore e allegria, come lo sono i suoi coinvolgenti sorrisi, e utilizzando materia prima di qualità.

Poi ‘inquinare’ i piatti tradizionali con spezie e aromi, per aiutarci a ridurre le quantità di sale, come con curcuma, cumino, paprika, cipolla essiccata, basilico, pepe, menta, riducendo zuccheri e farine raffinate.

Nella lista degli ‘amici della salute’ includere il pesce azzurro, la frutta secca, l’integrale e i legumi (va bene anche in scatola), la verdura e i suoi estratti, l’olio di oliva.

Se bere ci fa felici, meglio optare per il vino rosso – mai a stomaco vuoto – magari del territorio dove ci si trova, che regala anche una buona quantità di ferro.

Gli insaccati adrebbero assunti nelle quantità di 50gr la settimana, mentre l’apporto di carne rossa non deve superare i 500 grammi. I cereali vanno variati in tutte le loro tipologie, portando la pasta e il riso (di tutti i tipi) a 4/5 volte sui 14 pasti settimanali.

Per quanto riguarda i formaggi, la quantità è da controllare, 3 porzioni alla settimana per il fresco, 2 volte la settimana 50 grammi di quello stagionato.

Resta ideale, secondo Marco Bianchi, la ‘dieta mediterranea’ quella delle origini, e in giuste qualità e quantità, come studiato dal biologo Ancel Keys, noto per i suoi studi sulle patologie.

Cucinare e mangiare bene quotidianamente è la prima forma prevenzione ed è quasi una trasgressione vera il concedersi un digiuno leggero (700 calorie in una giornata) e salutare per 2 o 3 giorni al mese, non consecutivi, disintossicanti.

Fra i piatti amati da Marco, il risotto alla milanese rivisitato con brodo vegetale e riso semi-integrale, mantecato con caprino e zafferano, una spolverata di curcuma e pepe; il pesto a base di edamame, caprino e pistacchi; la carbonara di asparagi con pecorino; la variante della Paella con avena e aggiunta di pesce azzurro; l’affettato di lupino insaporito con la paprika.

Il Menù dell’ Estate 2019, presentato ad Aromatica Restaurant & Lounge Bar presso ‘Scalo Milano’, dall’antipasto al dolce, inizia con un Tris di Bruschette, una Pasta al pesto alla Trapanese, le Polpette di Cannellini e Tonno con misticanza e maionese senza uova, Dolcetti a base di frutta secca e pistacchi.

Per replicare le preparazioni, ci sono le ricette:

Ricetta Tris di Bruschette della ‘Nazionale’

fette di pane integrale casereccio tostate su cui spalmare tre mousse vellutate frullate:

Pisellini e menta: 250 g di pisellini surgelati, 50 g di formaggio caprino fresco, foglioline di menta fresca anche per la guarnizione, un paio di cucchiai di acqua, 25 ml di olio evo (delicato), sale e pepe.

Cannellini e capperi: 250 g di fagioli cannellini lessati, 50 g di capperi sottaceto (anche per guarnizione), 50 ml di acqua, 25 ml di olio evo (delicato).

Salsa mediterranea: 250 g di pomodori secchi sotto sale e reidratati in acqua oppure sottolio (1 pomodoro secco tagliato a julienne e 6 striscioline da tenere da parte), 100 ml di passata di pomodoro, 15 g di zucchero di canna, un pizzico di origano secco, 30 g cipolla rossa, 25 ml di olio evo (delicato).

 

Ricetta Pasta al Pesto alla Trapanese con Datterino Rosso

Ingredienti per 4 persone: 320 g pasta integrale, 1 vasetto Datterino Rosso Intero in Succo 100% Biologico, 50 g mandorle sgusciate, un mazzetto di basilico fresco, 50 g pecorino, olio evo. Frullare il datterino rosso, le mandorle, il basilico, il pecorino e l’olio fino ad ottenere la tipica consistenza cremosa del pesto.

 

Ricetta Polpette di Cannellini e Tonno

Ingredienti per 4 persone: 500 g di fagioli cannellini lessati, 100 g di tonno al naturale, 1 scalogno, 1 mazzetto di prezzemolo, 200 g di pane integrale grattugiato (50-80 g per l’impasto e il restante per la panatura), olio evo, sale.

Frullare grossolaneamente i fagioli con lo scalogno sbucciato, il tonno e il prezzemolo. Salare e aggiungere olio evo. Creare delle polpettine, da ripassare nel pane grattugiato, e adagiarle su una teglia rivestita di carta forno. Infornare a 200 °C per circa 20 minuti, oliando la superficie.

 

Ricetta Maionese Senza Uova

Ingredienti per 300 gr: 100 ml di bevanda vegetale a base di soia non zuccherata, 220 ml di olio di semi di girasole bio, 1 cucchiaino di senape, 2 cucchiai di aceto di mele (o succo di limone), 1 pizzico di sale e ½ cucchiaino di curcuma.

Miscelare con un frullatore a immersione alla massima velocità la bevanda a base di soia, l’olio di semi di girasole bio e i restanti ingredienti, fino a ottenere una salsa densa e cremosa. Si conserva in un barattolo ben chiuso, in frigorifero, per circa 10 giorni.

 

Ricetta Dolcini di Prugne Secche, Pistacchi e Mandorle

Ingredienti: 50 g prugne disidratate bio, 30 g pistacchi sgusciati senza sale, 30 g mandorle sgusciate, 15 g cannella in polvere, un rametto menta fresca, 2 limoni.

Tritare le mandorle e i pistacchi, lasciando da parte un paio di cucchiai per ripassare i dolcetti pronti. Frullare le prugne con succo di limone, riunire tutti gli altri ingredienti e mescolate. Formare delle “polpettine” da impanare con la granella di frutta secca. Far raffreddare in frigorifero.

www.marcobianchi.blog

info@marcobianchi.blog

 

<Barbara Tassara>


RELATED POST

COMMENTS ARE OFF THIS POST

READING

‘La Cucina delle emozioni’ di Marco Bi...